Si conclude l’edizione 2016

Sabato 18 si è conclusa la seconda edizioni i Graffi, festival internazionale di culture visive. La serata  finale chiude un percorso iniziato qualche mese fa grazie alla partecipazione di quasi 100 autori (da tutto il mondo) nelle diverse categorie e proseguito con una serie di visioni organizzate con gli alunni delle scuole superiori dell’istituto “Galilei-Vetrone” che hanno espresso il loro punto di vista sui lavori in gara e, grazie al loro voto, hanno selezionato i finalisti che hanno dato vita alla proiezione di sabato 18 febbraio.

graffi1
(foto Piergiorgio Romano)

Nella ricercata atmosfera della libreria “Il Bibliofilo” di San Giorgio del Sannio, sono stati proiettati i lavori delle tre sezioni in gara, di fronte ad un pubblico folto e attento che non ha fatto mancare interventi e considerazioni sui lavori appena visti.graffi2
(foto Piergiorgio Romano)

Per la sezione Phototales, dedicata ai racconti fotografici, il festival ha scelto di dare l’ex-aequo tra i due soli lavori selezionati dai ragazzi, Cava Romana di Stefano Pelleriti e Aspettando il sole di Ferdinando Amato, raccontano entrambi di spazi funzionali che vivono il loro momento di abbandono, sospesi tra il ricordo di vecchi fasti e l’attesa di nuova azione.

Per la sezione Don’t shoot the singer, l’unica per la quale il vincitore è stato scelto direttamente dai ragazzi delle scuole, si è imposto il video divertente e folle (ma ben sceneggiato e interpretato) Spaghetti western meets Dvoràk di Linda Fratini, videoclip realizzato su un brano del Quartetto Euphoria, che ha abilmente reinterpretato vecchi successi.

Particolare attenzione ha destato anche la proiezione di The Inanimate Eye di Giovanni Enrico Iusi, il racconto di un sabato qualunque, tutto ripreso dalla prospettiva di un cellulare, che ha dato il via ad una lunga riflessione con l’autore presente in sala, sui diversi linguaggi del cinema, delle nuove comunicazioni e delle possibili tecniche di regia.

La sezione No Words Award, quella che caratterizza il festival per l’attenzione rivolta esclusivamente a corti non dialogati, ha alternato lavori molto interessanti, spesso attenti a tematiche sociali e realizzati con tecniche diversi (vari i lavori di animazione presenti in gara).

La giuria di qualità presente in sala, composta da Giustino Pennino (regista e produttore cinematografico), Giovanni Bocchino (fotografo e direttore della fotografia), Orlando Marallo (esperto di cinema e rappresentante del Forum dei giovani), Ezio Camerino (psicologo, artista e cinefilo), Aurora Lobina (Grafic designer), presieduta da Maria Laura Simeone (organizzatrice di eventi cinematografici e autrice di saggi sul cinema e teatro) ha compilato delle schede di valutazione dal cui conteggio sono emersi i seguenti risultati:

Vincitore  (con una media di 4,33), Amira di Luca Lepone, un corto che sottolinea la sofferenza di una distanza tra chi ha lasciato la propria terra e chi invece ci resta tra sofferenze e ricordi. Il corto è stato realizzato con i fondi Migrarti del Mibact, fondi destinai a favorire la conoscenza e l’integrazione tra italiani e stranieri.

Al secondo posto c’è stato un incredibile parità tra tre cortometraggi (con una media di 3,67) molto interessanti come Water di Matteo Bombardi, un corto che ha fatto molto sorridere sugli effetti distorcenti di certi liquidi, Corp di Pablo Polledri, una simpatica ricostruzione in grafica 2D di alcuni processi strutturali delle multinazionali e Drop di Alessio Perisano, un video in slow motion che racconta i particolari di un’amicizia che giunge ad un incrocio cruciale. Un video di cui in sala si è parlato molto grazie alla presenza in sala del regista Perisano e di Sara Petrella, voce sopraffine che accompagna la colonna sonora. In particolare l’autore ha raccontato i dettagli di un lavoro nato all’interno di un festival, per il quale è stato girato e montato in soli quattro giorni.

Un dibattito finale ha accompagnato i partecipanti rimasti verso la conclusione dell’evento.

Annunci

Serata finale – Edizione 2016

ghost-dolls-pic-3

Sabato 18 Febbraio 2017 si terrà la serata finale dell’edizione 2016 di Graffi – Culture visive, presso la libreria “Il bibliofilo”, in Piazza Immacolata, 4 a San Giorgio del Sannio (BN).

La serata inizierà con la proiezione dei videoclip in gara  per la sezione “Don’t shoot the singer” (videoclip non cantati). I video in concorso saranno:

  • Ambiworks#1 di Luca Reale
  • Ghost Dolls di Simona Mancini
  • Gocce di pioggia di Giulia Simoncelli
  • Spaghetti western meets Dvoràk di Linda Fratini
  • The Inanimate Eye di Giovanni Enrico Iusi

La giuria presente in sala attribuirà il premio “No words award“, per il miglior corto privo di dialoghi, tra tutti quelli selezionati dai ragazzi dell’istituto “Galilei-Vetrone”  di Guardia Sanframondi che verranno proiettati, a partire dalle 21.00, nel seguente ordine:

  • Bug  di Francesca Marinelli e Dario Trovato
  • Il sapore del sale di Nour Gharbi
  • Corp  di Pablo Polledri
  • Drop  di Alessio Perisano
  • Fuori di vista  di Francesco Cerrone
  • Carne e polvere di Antonio La Camera
  • Amira di Luca Lepone
  • All connected  di Andrea Baldini
  • Musica mia  di Andrea Carotenuto
  • Water  di Matteo Bombardi

La giuria attribuirà anche il premio “Phototales” alla migliore fotonarrazione, scelta tra le due finaliste proietate:

  • Aspettando il sole di Ferdinando Amato
  • Cava Romana di Stefano Pelleriti

A fine serata verranno annunciati e premiati i vincitori delle tre categorie.

Selezioni Edizioni 2016

aldo2

E’ vero siamo a Febbraio 2017 e a causa di problemi tecnici solo ora riusciamo a farci sentire nuovamente online, ma l’attività di Graffi non si è mai fermata, anzi, ha esplorato nuovi sentieri e nuove collaborazioni. In particolare abbiamo avuto modo di confrontarci con quelli che ci piacciono di più, i giovani, quelli delle scuole superiori e di guardare e selezionare i lavori in concorso con i loro occhi.

proiezionepp

I ragazzi del Liceo Scientifico “Galilei-Vetrone”  di Guardia Sanframondi infatti (un particolare rinaziamento alle classi 3°a, 3°c e 4° di scienze umane) hanno visto e rivisto tutti i film da noi selezionati e hanno stilato un elenco di lavori che, per diverse e sempre attente motivazioni hanno ritenuto pèiù adatti alla fase finale. Anche se ai loro, come ai nostri, occhi tutti sarebbero stati meritevoli di essere ancora visti e progammati.

Ecco l’elenco dei lavori ascelti dai ragazzi:

NO WORD AWARD

  • Amira
  • Drop
  • Il sapore del sale
  • Corp
  • Musica mia
  • Fuori di vista
  • Carne e polvere
  • Water
  • Bug
  • All connected

PHOTOTALES

  • Aspettando il sole
  • Cava Romana

DONT SHOOT THE SINGER

  • Ambiworks#1
  • Ghost Dolls
  • Gocce di pioggia
  • Spaghetti western meets Dvoràk
  • The Inanimate Eye

A prestissimo per aggiornamenti sulla serata finale.

 

Edizione 2016

Il nuovo bando è disponibile sulla pagina: https://graffifestival.wordpress.com/regolamento/scheda-di-iscrizione/

The new statement is on line on this page: https://graffifestival.wordpress.com/regolamento/rules/

I risultati del Festival

Con la giornata di proiezioni del 17 dicembre, si conclude Graffi, Festival of visual cultures, manifestazione nata per promuovere la cultura visiva in ogni sua forma con attenzione alla fotografia, al cinema e al videoclip. Il festival, ideato e organizzato dall’associazione BRIO e dalla Hitch2 produzioni, ha avuto un percorso articolato che, oltre a raggiungere autori e partecipanti da ogni parte del mondo, ha coinvolto molte realtà locali. In particolare, due tappe con il Liceo Artistico “Virgilio” di Benevento e con Forum dei giovani di San Giorgio del Sannio, attraverso attente visioni e valutazioni partecipate, sono servite per selezionare, dagli oltre cento lavori partecipanti al concorso e provenienti da ogni parte del mondo, il lotto dei finalisti sottoposto alla valutazione della giuria.

69403_01

La giuria tecnica, formata da Marialaura Simeone (organizzatrice de “Il Mulino del cinema”, conduttrice di programmi sul cinema e studiosa della settima arte), Giovanni Bocchino (Fotografo e direttore della fotografia) e Marco Marrapese (Regista e autore cinematografico, ha lavorato sul set de “Il bacio azzurro” di Pino Tordiglione e “Il Manoscritto” di Alberto Rondalli), ha premiato i seguenti lavori:

  • Per la sezione Phototales, dedicata ai racconti fotografici: Alta lentezza di Pasquale Palmieri ;
  • Per la sezione Don’t shoot the singer, dedicata ai videoclip non cantati Sic Sic – Vovo di Adriano Giotti.
  • Per la sezione Short Videotalkers, dedicata ai corti brevissimi parlati: Venice di Venetia Taylor.
  • Per la sezione principale No Words Award, dedicata i cortometraggi privi di dialogo, la giuria ha deciso di non fare la classifica dei primi tre ma di assegnare il premio come miglior film a Mute di Job, Joris e Marieke e una menzione speciale a Dinner for few di Nassos Vakalis.

Calvi

L’istituto Virgilio e Il Forum dei Giovani di San Giorgio del Sannio hanno rinnovato la loro partnership con il festival. I ragazzi del Virgilio hanno partecipato alla proiezione mattutina, animata da dibattiti e approfondimenti mentre i giovani del Forum hanno partecipato alla proiezione serale con una tappa della loro raccolta fondi per le malattie rare, in collaborazione con Telethon, che proseguirà fino alle festività natalizie (qui il programma http://benevento.zon.it/wp-content/uploads/2015/12/IMG-20151215-WA0001.jpg ).

La manifestazione si è svolta con il coinvolgimento di Mediterraneo Sociale, una cooperativa che, nell’intervento di Carmine Collina e Rosanna De Cicco, ha testimoniato l’importanza di fare rete e restituire centralità al coinvolgimento di tutte le forze sociali. Concetto ribadito anche dal sindaco di Calvi Armando Rocco che, nel dimostrare la sua soddisfazione per l’inserimento della serata finale di Graffi all’interno del Programma “Natale Insieme” promosso dal Comune, ha parlato delle prospettive di crescita dell’evento e dell’importanza che un evento del genere può svolgere all’interno di una comunità.

Graffi arriva alla fase finale

Dopo le prime due giornate di proiezione tenutesi in ottobre, Graffi – Festival of visual cultures, giunge alla sua fase finale. La giornata di giovedi 17 dicembre 2015, presso l’auditorium comunale di Calvi sarà interamente dedicata alla proiezione dei corti finalisti in gara.

O que faz girar 2

In mattinata verrà presentato il percorso del festival e le sue linee di sviluppo, con gli interventi dei partners (Comune di Calvi e Meridiano Sociale) e la testimonianza delle due realtà, Il liceo Artistico Virgilio di Benevento e il Forum dei Giovani di San Giorgio del Sannio, che hanno affiancato Graffi lungo il suo percorso, condividendone i momenti di visione e determinando la scelta dei finalisti.

La proiezione mattutina delle opere selezionate verrà principalmente dedicata alle scuole, alle quali verrà proposto il progetto di Graffi incentrato sulla forza evocativa delle immagini, seguito da un momento di dibattito con gli studenti sulle tematiche proposte dai corti e sulla ricerca visiva proposta dal festival.

La sessione pomeridiana sarà dedicata alla conclusione del concorso Graffi, una giuria qualificata determinerà la classifica finale delle opere in concorso e assegnerà i premi previsti per ciascuna categoria. Sarà presente alla manifestazione il Forum dei giovani di San Giorgio del Sannio che, in partnership con Telethon, promuoverà la raccolta fondi in favore della ricerca contro al malattie rare, un impegno che il forum dei giovani porterà avanti per tutta la settimana dal 13 al 20 dicembre. Tutti gli interessati potranno contribuire alla ricerca contro le malattie rare presso il banchetto allestito dal Forum, acquistando Gadget e cadeaux a fini benefici o effettuando semplicemente una donazione. Il ricavato sarà interamente devoluto a Telethon.

Di seguito il programma della giornata:

GIOVEDI 7 DICEMBRE 2015

Auditorium Comunale, via Roma, 53 – Calvi (BN)

MATTINATA

10.00 – APERTURA E PRESENTAZIONE DEL PROGETTO GRAFFI

10.15 – SALUTI ISTITUZIONALI

10.25 – INTEVENTO DEI PARTNERS DEL PROGETTO:

– Liceo Artistico Virgilio(BN)

– Forum dei giovani di San Giorgio del Sannio

10.45 – INIZIO PROIEZIONI

PROIEZIONI PHOTOTALES (13’) – Racconti fotografici.

  • The ladies of eternity di Pedro Augustin Tech Xym (Messico, 4’ )
  • Chiromanzia Andina di Valeria Di Meglio (Procida, 1’)
  • Alta lentezza di Pasquale Palmieri (Benevento, 3’)
  • La salida del Santo padron di Ennio Montenigro (Benevento, 2’)
  • La settimana santa a Sessa Aurunca di Romeo Fraioli (Frosinone, 3’)

 

PROIEZIONI DON’T SHOOT HE SINGER (8’) – Videoclip musicali non cantati.

  • Giocando con i bottoni di Hermes Mangialardo (Lecce, 3)
  • Sic Sic – Vovo di Adriano Giotti (Roma, 5’)

 

PROIEZIONI SHORT VIDEOTALKERS (23’) – Cortometraggi con dialoghi.

  • Chi fa Otello? di David Fratini (Terni, 4’)
  • Mount Gourougou di Bruno Rocchi (Bergamo, 9’)
  • Conselour di Venetia Taylor (Australia, 2’)
  • Polveri in amore di Paolo Gattuso (Spagna, 4’)
  • Venice di Venetia Taylor (Australia, 4’)

NO WORD AWARD (36’) – Corti privi di dialoghi.

  • Zepo di Cesar Diaz Mendelez Palmieri (Madrid, 4’)
  • Mute di Job, Joris e Marieke (Madrid, 4’)
  • Dinner for few di Nassos Vakalis (Madrid, 11)
  • Dietro lo specchio di Giacomo Sebastiani (Bologna, 7’)
  • Oripeaux di Sonia & Mathias De Panafieu (Madrid, 10’)

 

PROIEZIONI FUORI CONCORSO (13’)

  • Selene… dal tramonto all’alba

Reportage sul Workshop sulla luce di Filippo Cannata a cura di Graffi

12.00 – LA PAROLA AL PUBBLICO: Scambio di opinioni, critiche e osservazioni sui lavori proiettati.

 

POMERIGGIO

18.00 – APERTURA E SALUTI ISTITUZIONALI

18.15 – PRESENTAZIONE DELL’INIZIATIVA “Insieme per la ricerca

A cura del Forum dei giovani di San Giorgio del Sannio

18.30 – PRESENTAZIONE GIURIA

18.40 – INIZIO PROIEZIONI CORTI FINALISTI

PROIEZIONI PHOTOTALES (8’) – Racconti fotografici.

  • The ladies of eternity di Pedro Augustin Tech Xym (Messico, 4’ )
  • Chiromanzia Andina di Valeria Di Meglio (Procida, 1’)
  • Alta lentezza di Pasquale Palmieri (Benevento, 3’)

 

PROIEZIONI DON’T SHOOT HE SINGER (8’) – Videoclip musicali non cantati.

  • Giocando con i bottoni di Hermes Mangialardo (Lecce, 3)
  • Sic Sic – Vovo di Adriano Giotti (Roma, 5’)

 

PROIEZIONI SHORT VIDEOTALKERS (23’) – Cortometraggi con dialoghi.

  • Chi fa Otello? di David Fratini (Terni, 4’)
  • Mount Gourougou di Bruno Rocchi (Bergamo, 9’)
  • Conselour di Venetia Taylor (Australia, 2’)
  • Polveri in amore di Paolo Gattuso (Spagna, 4’)
  • Venice di Venetia Taylor (Australia, 4’)

NO WORD AWARD (36’) – Corti privi di dialoghi.

  • Zepo di Cesar Diaz Mendelez Palmieri (Madrid, 4’)
  • Mute di Job, Joris e Marieke (Madrid, 4’)
  • Dinner for few di Nassos Vakalis (Madrid, 11)
  • Dietro lo specchio di Giacomo Sebastiani (Bologna, 7’)
  • Oripeaux di Sonia & Mathias De Panafieu (Madrid, 10’)

20.00 – PROCLAMAZION DEI VINCITORI E PREMIAZIONE

20.15 – SALUTI FINALI

 

Tutte le novità sul festival e sulla giornata finale saranno pubblicate sul sito web: https://graffifestival.wordpress.com/ e sulle pagine Facebook “Graffi – Festival of Visual Cultures”.

Graffi è partito!

GraffiLiceo_Aula GraffiSerataForum_Pubblico

Lunedi 26 ottobre 2015 è stata la giornata di Graffi , Visual Cultures festival, che ha finalmente preso il via con un doppio appuntamento: la mattina c’è stato l’incontro con gli alunni del Liceo Artistico Virgilio e in serata quello con i ragazzi del Forum dei giovani di San Giorgio del Sannio.

Alcune classi, scelte tra quelle del quarto e del quinto anno del Liceo Artistico , hanno animato la mattinata partecipando alla proiezione dei corti selezionati per tre della quattro sezioni in gara al festival Graffi: Photo tales, Don’t shoot the singer e Short videotalkers. Sezioni dedicate a forme particolari di narrazioni, la prima basata su racconti fatti da sequenze fotografiche, la seconda su videoclip di brani musicali privi di cantato (strumentali) e la terza su cortometraggi brevissimi della durata inferiore a 5 minuti.

La partecipazione dei ragazzi è stata attenta e propositiva, attraverso delle apposite schede essi hanno potuto votare i loro corti preferiti e garantirgli l’accesso alla competizione finale che si terrà ad inizio novembre a Calvi.

GraffiLiceo_Spettatori GraffiLiceo_Votazione

Delle narrazioni fotografiche proposte ai ragazzi, passano alla fase finale: “The ladies of eternity” di Pedro Augustin Tech Xym (Messico), “Chiromanzia Andina” di Valeria Di Meglio (Procida) e “Alta lentezza” di Pasquale Palmieri (Benevento). Per la sezione “Don’t shoot the singer” invece, la giovanissima giuria ha deciso che a contendersi il premio finale saranno: “Giocando con i bottoni” di Hermes Mangialardo (Lecce) e “Sic Sic – Vovo” di Adriano Giotti (Roma).

Tra i corti brevissimi sottoposti al loro giudizio, i ragazzi hanno deciso di premiare l’ironia ma con un occhio di riguardo anche per opere caratterizzate da tematiche forti e dall’impegno sociale, accedono alla fase finale infatti: “Chi fa Otello?” di David Fratini (Terni), “Venice” di Venetia Taylor (Australia), “Mount Gourougou” di Bruno Rocchi (Bergamo), “Polveri in amore” di Paolo Gattuso (Faenza), “Conselour” di Venetia Taylor (Australia).

La mattinata al Liceo Artistico Virgilio di Benevento si è conclusa con la proiezione fuori concorso delle opere “Selene, dal tramonto all’alba”, reportage video sul workshop di Filippo Cannata dello scorso 23 maggio e “Lavori in corso”, reportage fotografico su alcuni laboratori tenutesi nel 2014 al Liceo, entrambi lavori nati all’interno del progetto “Lavori in corso”, ideato e diretto da Rosanna De Cicco.

La serata promossa dal Forum dei Giovani di San Giorgio del Sannio, si è svolta all’Oasi Beach Village, e ha avuto come protagonista la sezione No words award”, dedicata esclusivamente a corti privi di dialoghi. Durante la manifestazione i ragazzi del forum hanno promosso una raccolta fondi in favore delle popolazioni colpite dall’alluvione di benevento e provincia.

GraffiSerataForum_Pubblico2 GraffiSerataForum_Giuria

L’evento che ha visto un’ottima partecipazione di pubblico, è stata condotta da Alessandro Bosco e Simona Politano ed ha previsto il voto della giuria popolare (tramite schede consegnate al pubblico partecipante) e di una giuria tecnica, composta da ragazzi del Forum particolarmente interessati al cinema e alle arti ad esso contigue: Vincenzo De Matteo (regista e sceneggiatore), Vanni Filloramo (studente di Regia e Sceneggiatura), Vincenzo Chirico (fumettista), Dylan Iuliano alias The Delay in The Universal Loop (musicista e music designer) e Silvia Martignetti (cinefila e Segretario del Forum dei Giovani).

I 5 corti che la giuria ha votato per il passaggio alla fase finale di Graffi sono stati: “Oripeaux” (Sonia & Mathias De Panafieu, Spagna), ”Dinner for few” (di Nassos Vakali, Spagna), “Zepo” (Cesar Diaz Mendelez, Madrid) “Dietro lo specchio” (Giacomo Sebastiani, Bologna) a cui si aggiunge “Mute”( Job, Joris e Marieke, Madrid), corto che si è aggiudicato la maggioranze delle preferenze del pubblico.

La serata si è conclusa con la proiezione fuori concorso delle prime tre uscite dell’album “Alcuni piccoli film” del musicista Gerardo Casiello, un concept artistico che unisce la musica del cantautore di origini sannite con un progetto di video e animazioni, realizzati in collaborazione con alcuni dei più interessanti nomi dell’animazione e del disegno italiani.

I lavori selezionati nelle prime due proiezioni concorreranno alla conquista del premio finale di ciascuna sezione, tali premi si assegneranno durante la giornata finale di Graffi che si terrà a novembre a Calvi (BN). Tutte le informazioni e la data della serata finale saranno pubblicate sul sito web: https://graffifestival.wordpress.com/.

 

Una giornata piena di graffi

76795_01

Dopo le ora di ansia che ci hanno tenuti con il fiato sospeso negli ultimi giorni, e sempre con lo sguardo attento verso ciò che sta succedendo nel Sannio, Graffi , Visual Cultures festival, riprende il suo cammino, e lo fa con una giornata densa di appuntamenti e di proiezioni.

La mattinata di lunedi 26 ottobre infatti sarà dedicata all’incontro con il Liceo Artistico statale di Benevento. Alcuni degli alunni guarderanno i corti e voteranno i propri preferiti. I corti più votati accederanno a giocarsi il premio finale di miglior corto per ciascuna categoria. L’iniziativa è il tratto finale di un percorso che ha visto i ragazzi impegnati in diversi workshop dedicati all’immagine, alle forme e alla luce. Avere la possibilità di sensibilità confrontarsi con loro e con la loro giovane artistica è un privilegio per Graffi e per la nostra volontà di avere idee quanto più possibile “pure” rispetto al cinema. In particolare saranno proiettate i corti delle sezioni “Phototales” (dedicata ai racconti fotografici), “Don’t shoot the singer (dedicata ai video di brani strumentali) e “Short Videotalkers” (cortissimi parlati).

La mattinata di proiezioni sarà anche l’occasione per vedere il video “Selene. Dal tramonto all’alba”, reportage dell’omonimo workshop, organizzato da Rosanna De Cicco e tenuto dal il light designer Filippo Cannata la scorsa primavera.

La giornata del 26 proseguirà con l’appuntamento serale insieme al Forum dei Giovani di San Giorgio del Sannio. Nella bella cornice dell’Oasi Beach Village (San Giorgio del Sannio, contrada Monterone), che ha ospitato e promosso l’evento, a partire dalle 21 sarà possibile visionare i corti della sezione “No words award”, dedicata a quelle forme artistiche che hanno scelto di non utilizzare parole e dialoghi ma solo immagini e suoni per raccontare le proprie storie. Come per il Liceo, anche il forum giunge a questo appuntamento dopo una serie di appuntamenti con la cultura visiva, attraverso cineforum, mostre fotografiche e laboratori teatrali, esperienze che Graffi ha il piacere di proseguire proponendo un modo diverso di fare e di vedere il cinema. Il forum ha scelto di formare una giuria qualificata che sceglierà i migliori 5 corti della serata mentre il pubblico presente in sale (votando su apposite schede) decreterà il proprio corto preferito e loro vincitore della serata.

In sala sarà presente un corner per aiuti e donazioni in favore delle zone alluvionate della provincia.

Entrambe le proiezioni saranno accompagnate dalla proiezione di un video tratto dall’ultimo album del cantautore di origini sannite Gerardo Casiello, in uscita con il suo nuovo album “Alcuni piccoli film”, connubio riuscitissimo tra ideo e canzoni.

Di seguito il programma:

LICEO ARTISTICO STATALE DI BENEVENTO

Proiezione dedicata ai ragazzi del Liceo artistico, ai docenti e agli ospiti.

PHOTOTALES (13’) – Racconti fotografici.

  • Alta lentezza di Pasquale Palmieri (Benevento, 3’)
  • Chiromanzia Andina di Valeria Di Meglio (Procida, 1’)
  • La salida del Santo padron di Ennio Montenigro (Benevento, 2’)
  • La settimana santa a Sessa Aurunca di Romeo Fraioli (Frosinone, 3’)
  • The ladies of eternity di Pedro Augustin Tech Xym (Messico, 4’ )

DON’T SHOOT HE SINGER (18’) – Videoclip musicali non cantati.

  • Karma burning di Falco Ranuli (Milano, 7’)
  • Vivaldi e l’angelo d’avorio di Valentina Confuorto (Venezia, 3’)
  • Giocando con i bottoni di Hermes Mangialardo (Lecce, 3)
  • Sic Sic – Vovo di Adriano Giotti (Roma, 5’)

SHORT VIDEOTALKERS (41’) – Cortometraggi con dialoghi.

  • Me oyes? di Fernando G. Pliego (Spagna, 4’)
  • Chi fa Otello? di David Fratini (Terni, 4’)
  • Mount Gourougou di Bruno Rocchi (Bergamo, 9’)
  • Conselour di Venetia Taylor (Australia, 2’)
  • Sad things happen sometimes di Anna Mila Stella (Bari, 8’)
  • Polveri in amore di Paolo Gattuso (Spagna, 4’)
  • Don’t Give It Up di Francesco Filippi (Bologna, 2’)
  • The most important thing ever di Stephanie Blanchard (Varese, 4’)
  • Venice di Venetia Taylor (Australia, 4’)

FUORI CONCORSO

  • Selene dal tramonto all’alba (Graffi, 2015)
  • Alcuni piccoli film (Vieoclip tratto dall’ultimo album di Gerardo Casiello)

RISULTATI DELLE VOTAZIONI DELLA GIURIA.

 

FORUM DEI GIOVANI DI SAN GIORGIO DEL SANNIO
OASI BEACH VILLAGE
(https://www.facebook.com/oasibeachvillage)

Proiezione aperta al pubblico a ingresso gratuito, con possibilità di votare i propri corti preferiti.

L’Oasi Beach Village mette a disposizione il servizio bar per la serata.

No words Award (106’) – Corti privi di dialoghi.

  • Zepo di Cesar Diaz Mendelez Palmieri (Madrid, 4’)
  • Le Cinematographe Lumiere di Maria Francesca Silvestri (Roma, 3’)
  • Sinfonia do mercado di Maria Helena Salguero Velez (Bogotà, Colombia, 27’)
  • Sichinenz di Davide Pannullo (Benevento/Berlino, 5’)
  • Mute di Job, Joris e Marieke (Madrid, 4’)
  • La condena di Marc Nadal (Barcellona, 8’)
  • Musicidio di Ferriol Tugues (Madrid, 6’)
  • Facing off di Maria Di Razza (Pozzuoli, 9’)
  • Dinner for few di Nassos Vakalis (Madrid, 11)
  • Redunancy di Alfredo Anfossi (Benevento, 1’)
  • O que faz girar di Michael Capozzi (Faenza, 3)
  • Dietro lo specchio di Giacomo Sebastiani (Bologna, 7’)
  • Senectus Ipsa Morbus di Rosa Maietta (Arpaia -BN, 6’)
  • Oripeaux di Sonia & Mathias De Panafieu (Madrid, 10’)
  • One day in July di Hermes Mangialardo (Lecce, 2’)

 

FUORI CONCORSO

  • Corto Fuori Concorso (Graffi, 2015)
  • Alcuni piccoli film (Vieoclip tratto dall’ultimo album di Gerardo Casiello)

RISULTATI DELLE VOTAZIONI DELLA GIURIA TECNICA E DELLA GIURIA POPOLARE.

Sito web: https://graffifestival.wordpress.com/

Rinvio del primo appuntamento con Graffi

ponticelli

Anche Graffi fa i conti con l’emergenza alluvione che stanno vivendo la città di Benevento e la sua provincia. La prima giornata del festival,  programmata in collaborazione con i ragazzi del Liceo Artistico di Benevento per stamattina  è rinviata a data di destinarsi. Il Liceo resta chiuso, come tutte le altre scuole della città, per l’intera settimana, visti i danni causati dall’alluvione e l’emergenza maltempo tutt’altro che cessata (anzi con conseguenze crescenti di ora in ora).

Per il momento resta confermata la serata del 26 con il forum dei giovani di San Giorgio del Sannio (clicca qui per info), per le altre due serate la forza tragica degli eventi non ci consente previsioni.

Parlare del nostro festival in una circostanza del genere ci sembra assolutamente fuori luogo e riduttivo, lo facciamo soltanto per informare gli autori che da lontano seguono il proprio lavoro e che si aspettavano i primi responsi già dalla giornata di oggi. Lo facciamo inoltre nella speranza di contribuire ad informare tutti sul delicato momento che sta vivendo la nostra provincia, l’aiuto di tutti è ben accetto.
Ascolta l’appello.

emeregenza_n

 

 

Terminate le selezione per Graffi – Visual cultures festival

O que faz girar 2

Dopo circa un anno di ricerche tra gli autori nazionali e internazionali, Graffi , visual cultures festival, giunge alla sua fase finale, presentando una selezione di corti per ognuna delle sue quattro sezioni competitive, una selezione difficile vista la grande quantità di materiali giunti in redazione e le tante forme di sperimentazione proposte.
Come tutte le selezioni, anche la nostra è stata molto difficile, ha imposto scelte sofferte ed esclusioni difficili, in ogni caso però abbiamo cercato di svolgerla nel migliore dei modi, cercando con essa di completare il nostro percorso di ricerca delle immagini che vuole essere la nostra forza e la nostra unicità.
Per ciascuna categoria, i corti selezionati sono stati i seguenti:

IMG_1840
PHOTOTALES (13’) – Racconti fotografici.
• Alta lentezza di Pasquale Palmieri (Benevento, 3’)
• Chiromanzia Andina di Valeria Di Meglio (Procida, 1’)
• La salida del Santo padron di Ennio Montenigro (Benevento, 2’)
• La settimana santa a Sessa Aurunca di Romeo Fraioli (Frosinone, 3’)
• The ladies of eternity di Pedro Augustin Tech Xym (Messico, 4’ )10557766_1403812389841205_6393866829585587510_o

DON’T SHOOT HE SINGER (18’) – Videoclip musicali non cantati.
• Karma burning di Falco Ranuli (Milano, 7’)
• Vivaldi e l’angelo d’avorio di Valentina Confuorto (Venezia, 3’)
• Giocando con i bottoni di Hermes Mangialardo (Lecce, 3)
• Sic Sic – Vovo di Adriano Giotti (Roma, 5’)

1

SHORT VIDEOTALKERS (41’) – Cortometraggi con dialoghi.
• Me oyes? di Fernando G. Pliego (Spagna, 4’)
• Chi fa Otello? di David Fratini (Terni, 4’)
• Mount Gourougou di Bruno Rocchi (Bergamo, 9’)
• Conselour di Venetia Taylor (Australia, 2’)
• Sad things happen sometimes di Anna Mila Stella (Bari, 8’)
• Polveri in amore di Paolo Gattuso (Spagna, 4’)
• Don’t Give It Up di Francesco Filippi (Bologna, 2’)
• The most important thing ever di Stephanie Blanchard (Varese, 4’)
• Venice di Venetia Taylor (Australia, 4’)

76795_01
NO WORDS AWARD (106’) – Corti privi di dialoghi.
• Zepo di Cesar Diaz Mendelez Palmieri (Madrid, 4’)
• Le Cinematographe Lumiere di Maria Francesca Silvestri (Roma, 3’)
• Sinfonia do mercado di Maria Helena Salguero Velez (Bogotà, Colombia, 27’)
• Sichinenz di Davide Pannullo (Benevento/Berlino, 5’)
• Mute di Job, Joris e Marieke (Madrid, 4’)
• La condena di Marc Nadal (Barcellona, 8’)
• Musicidio di Ferriol Tugues (Madrid, 6’)
• Facing off di Maria Di Razza (Pozzuoli, 9’)
• Dinner for few di Nassos Vakalis (Madrid, 11)
• Redunancy di Alfredo Anfossi (Benevento, 1’)
• O que faz girar di Michael Capozzi (Faenza, 3)
• Dietro lo specchio di Giacomo Sebastiani (Bologna, 7’)
• Senectus Ipsa Morbus di Rosa Maietta (Arpaia -BN, 6’)
• Oripeaux di Sonia & Mathias De Panafieu (Madrid, 10’)
• One day in July di Hermes Mangialardo (Lecce, 2’)

Per assegnare i premi di ciascuna sezione, Graffi ha deciso di condividere la parte finale del percorso con delle realtà territoriali accomunate dalla stessa ricerca per la cultura visuale: il liceo artistico “Virgilio” di Benevento che per sua vocazione segue le diverse espressioni artistiche e comunicative legate all’immagine, e il Forum dei giovani di san Giorgio del Sannio che giunge al festival dopo un anno di proiezioni e incontri su cinema e fotografia.
La mattinata del 20 ottobre, Graffi incontrerà gli studenti del liceo artistico, nella loro sede di Benevento, che vedranno una parte dei lavori video selezionati e voteranno i loro preferiti. Un’occasione per approfondire un discorso di ricerca e sperimentazione iniziato già negli anni addietro attraverso diversi workshop e che si concluderà con la proiezione del reportage, a cura di Graffi, su “Selene, dal tramonto all’alba”, workshop sull’utilizzo della luce, coordinato da Rosanna De Cicco e diretto da Filippo Cannata, nell’ambito del progetto “Lavori in corso”.
Il 26 ottobre alle 21.00, Graffi si sposta a San Giorgio del Sannio dove, in una serata organizzata dal Forum dei Giovani, si parlerà di cinema e saranno proiettati (e votati dalla giuria popolare presente in sala) gli altri cortometraggi selezionati, in particolare per la sezione “No words award”.
Il 30 ottobre, a Calvi, Graffi presenterà i corti che hanno superato le selezioni fatte dagli studenti del Liceo Artistico e dai ragazzi del forum dei Giovani di San Giorgio del Sannio. Tra i corti finalisti verranno proclamati i vincitori e assegnati i premi offerti dalla Cooperativa “Mediterraneo Sociale” che ha sposato l’iniziativa di Graffi sostenendone le prospettive di ricerca e la volontà di valorizzazione del territorio.
Nell’ambito della ricerca di Graffi per le nuove culture visive, ciliegina sulla torta del festival sarà la presentazione fuori concorso di alcune clip del cantautore sannita Gerardo Casiello, realizzare in occasione dell’uscita del suo secondo album, video che rappresentano un interessante e coraggioso esperimento di fusione tra musica e linguaggio visivo.